Manuale cosmetico

Come poter capire le affermazioni sui test dei prodotti cosmetici?

Dermatologicamente testato

Questo test viene eseguito automaticamente per tutti i prodotti e fa parte dei test della sicurezza sanitaria, che è un requisito previsto dalla normativa in materia di cosmetici.

Metodo di prova

• Il test viene eseguito sotto la supervisione di un dermatologo su un gruppo di 15 volontari di età diverse (dai 18 anni in su).

• Un campione del preparato viene applicato sulla parte superiore della schiena o sull'avambraccio interno dei soggetti e coperto con una benda. I soggetti devono indossare la benda per 4 o 24 ore.

Oftalmologicamente testato

Questa affermazione significa che un prodotto ha superato il test di tolleranza della zona oculare e quindi la confezione può riportare la scritta "oftalmologicamente testato".

Metodo di prova

• Il test viene eseguito su 20 volontari, selezionati da un oftalmologo, per un periodo di 4 settimane.

Durante il test, il prodotto viene applicato due volte al giorno, al mattino e di sera.

• L’oculista esegue una valutazione di entrambi gli occhi con i seguenti intervalli:

1. all’inizio dell’esperimento

2. al 15° giorno dell’esperimento

3. al 29° giorno dell’esperimento

Vengono quindi esaminate tutte le modifiche alla congiuntiva e alla cornea e nel frattempo viene effettuato un test soggettivo (questionario).

Proprietà ipoallergeniche

Questo test determina le proprietà ipoallergeniche di un prodotto cosmetico.

Si effettua per stabilire che un prodotto è "ipoallergenico". L'idea è quella di accertare se l'applicazione di un prodotto cosmetico provochi una reazione allergica. Tuttavia, questo non significa che non ci siano consumatori che possono essere allergici a uno degli ingredienti. Il prodotto ha un rischio ridotto (ipo), ma non un rischio pari a zero di reazioni allergiche.

Metodo di prova

• Il test viene eseguito su 40 volontari - individui dermatologicamente sani.

• 0,1 g del prodotto vengono applicati sull'avambraccio interno. L'area è coperta da una benda. Il test dura 6 settimane.

Effetti idratanti

Se un prodotto dichiara di avere effetti idratanti, questa affermazione deve essere motivata.

Metodo di prova

• Il test viene eseguito dall'Istituto Nazionale della Sanità Pubblica su un gruppo di 20 volontari.

• Una data quantità di prodotto viene applicata su un punto designato sull'avambraccio sinistro. Lo stesso punto sull'avambraccio destro viene utilizzato come riferimento e verifica.

• Il prodotto viene applicato una volta. Per misurare la quantità di umidità viene utilizzato un corneometro o un misuratore costante dielettrico.

• Le misurazioni devono essere effettuate in condizioni standard di umidità e temperatura e i soggetti devono essere stati ambientati per 10 minuti prima della misurazione.

Pelle sensibile

Questo test è richiesto per l'indicazione "adatto per pelli sensibili" sulla confezione. Prima del test, un dermatologo sceglie le persone con la pelle sensibile.

Metodo di prova

• Il test viene eseguito su un gruppo di 20 adulti.

• Il test prevede l'utilizzo quotidiano di un prodotto da parte dei soggetti che valutano personalmente le condizioni della loro pelle e registrano le reazioni cutanee dopo l'applicazione del prodotto.

• Ciò è seguito da una valutazione eseguita da un dermatologo a metà dello studio (il 15° giorno del test) e dopo la conclusione dello studio (il 31° giorno del test).

Non testato su animali

Ai sensi della legge n. 392/2005 Racc., che modifica la legge n. 258/2000 Racc., sulla tutela della salute pubblica, punto 61 relativo all’art. 29, cui è aggiunto il seguente comma (5):

Il produttore o l’importatore può indicare sulla confezione di un prodotto cosmetico finale o in un qualsiasi documento, nota, etichetta, volantino o custodia che accompagnano il prodotto cosmetico finale il fatto che non è stato eseguito nessun test sugli animali soltanto qualora il produttore o il suo fornitore non abbiano effettuato alcun test sugli animali di un prototipo di prodotto cosmetico, di un prodotto finale e di nessuno dei suoi ingredienti, o qualora non abbia utilizzato ingredienti testati su animali da terze parti allo scopo di sviluppare nuovi cosmetici.

Nella pratica, tale affermazione non può essere utilizzata, perché anche se i prodotti cosmetici finali non sono testati sugli animali, alcuni ingredienti (materie prime) potrebbero essere stati testati su animali in passato. Sfortunatamente, inoltre, non esistono metodi alternativi per alcuni test che sono attualmente eseguiti su animali e che possano garantire la sicurezza di un ingrediente per la salute umana. Tuttavia, l'Unione europea sta intensamente lavorando sulla questione e ha stabilito un calendario per la sostituzione graduale di tali ingredienti e ha definito una scadenza per la loro eliminazione (cfr. Regolamento 1223/2009, articolo 18).

Test sull’efficacia dei repellenti

ATTENZIONE! I REPELLENTI NON SONO PREPARATI COSMETICI !!!

L'efficacia dei repellenti è testata sulle popolazioni di insetti (di solito zanzare o zecche). Il test è effettuato dall'Istituto Nazionale di Sanità Pubblica. Il test determina per quante ore dura la protezione dopo l’applicazione del repellente.

Test dei prodotti di protezione solare

SPF = FATTORE DI PROTEZIONE SOLARE, fattore di protezione dai raggi UVB

SPF si usa maggiormente con riferimento ai prodotti per la protezione solare.

Il numero esprime quante volte più a lungo può durare l'esposizione al sole senza la comparsa del primo eritema visibile (arrossamento) rispetto alla pelle non trattata (esempio: la pelle non trattata diventa rossa dopo 10 minuti, la pelle trattata con un SPF 30 diventa rossa dopo 300 minuti). Indica il livello di protezione contro i raggi UVB, che si ottiene attraverso l'uso di filtri UV in grado di assorbire una parte rilevante dei raggi UV (di questa lunghezza d'onda).

Ogni prodotto di protezione solare deve usare anche i filtri UVA, il cui fattore di protezione UV minimo deve essere 1/3 del totale SPF (quindi, con SPF 30, SPF-UVA deve essere 10).

Il SPF può essere contrassegnato su un prodotto solo come numero secondo le raccomandazioni valide della Commissione Europea.

Oltre al numero, un prodotto per la protezione solare deve anche indicare verbalmente la categoria, ad esempio SPF 6 "BASSA PROTEZIONE".

Attualmente vengono utilizzati due tipi base di filtri UV, chimici e fisici (meccanici).

Metodo di prova

• Nella Repubblica Ceca, i test vengono eseguiti dall'Istituto Nazionale di Sanità Pubblica su un gruppo minimo di 12 persone di diversi fototipi. Per effettuare la misurazione viene utilizzato un dispositivo speciale, un simulatore solare, che in quanto tale imita la radiazione solare.

• Sulla parte superiore della schiena di ciascun soggetto vengono contrassegnate sei aree di 5x6 cm e una quantità definita di prodotto viene applicata su queste aree e distribuita uniformemente.

Resistenza all'acqua

Questa affermazione è relativa ai prodotti per la protezione solare secondo la seguente valida definizione:

1. Un prodotto è resistente all'acqua se dopo 40 minuti di attività in acqua (nuoto, immersioni, ecc.) l'SPF rimane a più del 50% del SPF originale.

2. Un prodotto è impermeabile se dopo 80 minuti di attività in acqua (nuoto, immersioni, ecc.), l'SPF rimane a più del 50% dell'originale SPF.

Affermazioni: Senza olio / Senza parabeni / Senza silicone

Senza olio

• Questo termine si riferisce molto spesso ad un prodotto cosmetico che contiene olio minerale di vaselina.

Senza parabeni

• Ciò significa che un prodotto non contiene conservanti, i PARABENI.
• I parabeni sono considerati uno degli allergeni più frequenti.

Senza silicone

• Ciò significa che un prodotto non contiene siliconi.
• Gli "oli" di silicone sono diventati molto popolari nei prodotti cosmetici negli ultimi 15 anni. Sono sostanze inerti che migliorano le proprietà sensoriali sia dei prodotti per la pelle che dei prodotti per i capelli. Sono non-comedogenici (non ostruiscono i pori) e, se usati nelle lozioni, forniscono una sensazione morbida e vellutata durante l'applicazione.
• Recentemente è stato osservato un leggero calo del loro utilizzo; l’affermazione "senza silicone" si può trovare sugli shampoo per capelli.

Affermazione: Biologico / Organic

• Le categorie "NATURAL", "ORGANIC" e "BIO" non sono basate su regolamenti generalmente vincolanti.
• Queste categorie sono volontarie.

Valutazione della sicurezza

Valutazione del prodotto cosmetico rispetto alla salute umana

• Questo è un requisito legislativo che deve essere soddisfatto prima che un prodotto sia immesso sul mercato.

• La valutazione della sicurezza è effettuata in conformità con il paragrafo 29 (2) della legge n. 258/2000 Racc. Per eseguire la valutazione il produttore può autorizzare solo una persona che abbia la formazione e l‘esperienza ai sensi della relativa normativa.

Principi attivi frequentemente utilizzati e i loro effetti

• Allantoina: lenisce la pelle irritata

• Aloe vera: lenisce e idrata la pelle

• Bisabololo: ottenuto dalla camomilla, ideale per lenire la pelle

• Ceramidi: idratano, migliorano l'elasticità della pelle

• Creatina: idrata, riduce le rughe

• Caffeina: favorisce la circolazione sanguigna e la lipolisi (la disintegrazione dei grassi), indicata per prodotti dimagranti e anticellulite

• Tea tree oil: effetto antisettico e disinfettante, adatto per la pelle problematica

• Coenzima Q10: un importante antiossidante, adatto per prodotti per la pelle matura

• Acido ialuronico: effetto idratante, lifting e anti-age a seconda del peso molecolare

• Acido salicilico: pelle problematica; in concentrazioni più elevate (2% max.) nei prodotti per la riparazione del tallone; effetti cheratolitici

• Pantenolo (B5): idratante, lenitivo della pelle (ad esempio dopo l'esposizione al sole)

• Urea: idratante

• Vitamina A: particolarmente indicata per l'invecchiamento della pelle, favorisce la rigenerazione. Il derivato è il beta-carotene (che è anche un antiossidante), che agevola e prolunga l'abbronzatura

• Vitamina E: antiossidante (ha l‘abilità di legare i radicali liberi nella pelle, prodotti da un'eccessiva esposizione al sole, dallo stress, dall‘aria inquinata; i radicali liberi sono particelle molto aggressive che danneggiano le cellule della pelle e infine provocano l‘invecchiamento cutaneo)

• Vitamina C: antiossidante, schiarisce la pelle, supporta la formazione del collagene

• Estratti: dalle piante (camomilla, cetriolo, tè verde, vino rosso, ippocastano, ecc.) e dalle alghe, che possono avere diverse proprietà (idratanti, anti-rughe, leviganti, lenitive, stimolanti una migliore circolazione sanguigna, rassodanti)

• Olio: di calendula, di jojoba, di macadamia, di albicocca, di avocado, di mandorla, di soia, di oliva, di lavanda, di lino, di canapa, burro di karitè, ecc; oltre ai loro effetti specifici, gli olii influenzano anche le proprietà sensoriali di un prodotto cosmetico.

Spesso i produttori utilizzano miscele con diversi estratti, olii e altri principi attivi di marchi registrati (come ad esempio: Kalpariane, Phycoborane, Firmiderm, Aquaxyl, ecc); i loro effetti dipendono dall‘esatta composizione.